HomeIntolleranza al latte Gnocchi alla carbonara con le zucchine

Gnocchi alla carbonara con le zucchine

Posted in : Intolleranza al latte, primi piatti on by : Susiti Tag:, , , ,

Gnocchi alla carbonara con le zucchine.  La preparazione di questo piatto è molto veloce, lo avevo preparato il giorno di Pasqua.

La pasta alla carbonara mi piace molto, ma questa volta ho voluto provare ad aggiungere le zucchine.

Quando si acquistano le zucchine, bisogna fare attenzione a comprarle, devono essere belle sode, e consiglio di prenderle piccole, perché cosi si possono consumare con tutti i semi.

Le zucchine sono ricche di acqua, sono ricche di vitamina C, A e contengono molto potassio e quindi molto utili per prevenire i crampi.

 

Gnocchi alla carbonara con le zucchine

Gnocchi alla carbonara con le zucchine

Gnocchi alla carbonara con le zucchine

Normalmente la pasta alla carbonara si prepara con uovo ed erroneamente mettiamo la pancetta, ma nella ricetta originale serve dobbiamo mettere il guanciale.

A me con l’uovo la carbonara non mi piace, mi piace di più senza uovo, e qui ho voluto aggiungere olive e zucchine ed è piaciuta molto anche a mio figlio di 7 anni.

INGREDIENTI:

250 g guanciale tagliato a fettine

zucchine tagliate a rondelle sottili

olive

pomodorini pachino.

PREPARAZIONE:

Prendere una padella antiaderente e mettere il guanciale tagliato a fettine sottili e fate una cottura senza aggiungere olio, con il coperchio, si scioglierà tutto il grasso, poi aggiungete le zucchine, le olive i pomodorini e se vuoi aggiungi anche i capperi. Mescola per qualche minuto fino a quando tutto omogeneo e le zucchine saranno cotte.

Prendi una pentola e la riempi con acqua, aggiungi sale quanto basta e quando bolle metti la pasta che preferisci. Puoi provare anche la versione gnocchi alla carbonara, anche se i classici sono gli spaghetti alla carbonara.

Io le avevo tagliate a fettine sottilissime e cotte precedentemente, però le puoi anche cuocere sul momento.

Non aggiungere sale perché tutto salato.

Questo piatto è molto semplice, ma molto buono, piace molto a mio figlio di 7 anni.

 

 

 

.

 

 

 

 

 

Lascia un commento