Dopo la villeggiatura estiva siamo ritornati. Di nuovo pronti!

Bella la pensione! e noi possiamo ancora goderne.

Abbiamo passato un mese di ferie, prima in giro per città e poi in montagna. La fresca montagna, anche se l’afa si è sentita anche lì. Ma la nostra montagna è quella vera, quella delle Dolomiti.

Ora siamo tornati, più determinati di prima a mettere il dito nella piaga di tanti “colletti bianchi”.

Prima di tutto occorre parlare dei nostri primi successi.

La Promedical è stata cacciata dall’ARNAS Civico (vedi Delibera n.2019/0355 risoluzione contratto PM3), ora si spera che il Governo Regionale chieda la restituzione dei finanziamenti europei, visto che la ditta è fallita prima di 5 anni dalla fine dell’erogazione . (Vedi La Sicilian Blood Connection e i finanziamenti europei: il caso Promedical).

Il prof Maggio di Villa Sofia (vedi “Siamo stanchi delle solite rassicurazioni del Centro Sangue dell’Assessorato”) ha aperto il centro trasfusionale alle donazioni di sangue anche di domenica, ma con scarso risultato: molte delle cento donazioni di cui parla (vedi) sono semplici visite per la valutazione della idoneità e non donazioni. E poi cento donazioni in una città come Parlemo sono utilizzate in un giorno solo. Il vero impegno il prof Maggio lo dovrà dimostrare nei prossimi mesi lavorando per garantire il sangue la prossima estate invece di pensare a RIMEDRI e cose analoghe (Vedi “Truffa sui finanziamenti europei in Sanità” ).

Il Direttore Generale dell’ASP di Siracusa Ficarra (vedi “Ficarra all’ASP di Siracusa, è stato Cimino o Trobie e Montante?“) ha attivato l’espletamento di alcuni concorsi. Ma sicuramente sarà preoccupato per quello che succede a Licata dove uomini da lui nominati ai vertici della sanità agrigentina (vedi ex provveditore, responsabile ufficio tecnico dell’Ospedale di Licata) sembrano essere implicati con un boss mafioso e un dirigente massone e della evoluzione della storia dei pazienti contagiati a Sciacca (vedi Sospetti, veleni e trasferimenti Il “giallo” del sangue infetto).

Ma di tutte queste cose parleremo con più dettaglio nei prossimi giorni, con più determinazione di prima e sempre documentati.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s